Bilancio estremamente positivo del Piano nazionale di formazione in materia di appalti pubblici e concessioni con migliaia di operatori coinvolti

Un’occasione di formazione su un tema centrale nell’attuazione degli investimenti pubblici e una best practice di governance multilivello che ha rappresentato un concreto e fattivo esempio di leale collaborazione tra amministrazioni, regionali, locali e centrali grazie anche al supporto di ltaca e degli Osservatori regionali sugli appalti pubblici.

È il Piano nazionale di formazione in materia di appalti pubblici e concessioni previsto dalla Strategia per la riforma degli appalti pubblici e dal Piano di azione “Appalti pubblici”, allegato all’Accordo di partenariato italiano 2014-2020 per il corretto utilizzo fondi SIE, attuato sulla base del Protocollo d’intesa sottoscritto il 17 novembre 2016 tra il Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, la Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA) e la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, con il supporto di ITACA – Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale.

Il percorso formativo – avviato nel 2017 – ha prodotto la formazione di migliaia di operatori, attraverso un primo modulo, svolto in modalità e-learnig che ha coinvolto oltre 25mila operatori di Amministrazioni-regionali e locali; l’organizzazione di un secondo modulo, in collaborazione con SNA, rivolto ai dipendenti delle Amministrazione centrali che gestiscono le procedure di gara, del personale dei soggetti aggregatori e del personale delle Autorità di Gestione e delle Autorità di Audit dei Programmi Operativi finanziati dai Fondi strutturali e di un terzo modulo rivolto ai dipendenti delle stazioni appaltanti di ambito territoriale che ha prodotto la formazione frontale di oltre 4mila operatori.

Un’iniziativa che si è conclusa in modo estremamente positivo, consentendo a tutti gli operatori partecipanti di approfondire, studiare e comprendere il nuovo codice dei contratti pubblici.

L’iniziativa “Piano nazionale di formazione in materia di appalti pubblici e concessioni” è stato finanziata nel quadro del Programma di Azione e Coesione Complementare al PON Governance e Assistenza Tecnica 2007-2013.