Rafforzamento della capacità amministrativa dei Piccoli Comuni

Rafforzamento della capacità amministrativa dei Piccoli Comuni
Dipartimento della Funzione Pubblica

Il progetto ha l’obiettivo di promuovere la capacità amministrativa dei Piccoli Comuni (Comuni con popolazione residente fino a 5000 abitanti e Comuni istituiti a seguito di fusione tra Comuni aventi ciascuno popolazione fino a 5000 abitanti) e l’efficienza dei servizi pubblici a livello locale, la buona governance, il rafforzamento della capacità istituzionale.

Il progetto, raccogliendo le indicazioni strategiche fornite dalla Commissione Europea nell'ambito della Relazione per paese relativa all’Italia 2020 rispetto ai temi riconducibili al rafforzamento della capacità amministrativa (efficienza amministrativa, digitalizzazione, capacità amministrativa degli enti locali, appalti pubblici) ne propone una declinazione in termini di possibili interventi da avviare a fianco della fascia di Pubbliche Amministrazioni locali storicamente più fragili.

In particolare, la Relazione evidenzia che, a fronte dei processi di riforma sollecitati nel 2019, i passi avanti compiuti in termini di rafforzamento della capacità amministrativa sono ancora piuttosto contenuti e hanno influito sul generale rallentamento dello sviluppo economico e sociale del paese.

In questa prospettiva, è inoltre opportuno considerare l’indirizzo programmatico fornito dalla Strategia per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione del Paese 2025, a cura del Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, che facendo riferimento agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, individua tre sfide principali nella digitalizzazione della società, nell'innovazione del Paese e nello sviluppo sostenibile ed etico della società nel suo complesso.

In questo quadro, l’intervento avviato dal Dipartimento della Funzione Pubblica ha l’obiettivo di produrre impatti sulla qualità del servizi rivolti a cittadini e imprese, migliorare le capacità delle PA locali nell'attuazione delle policy sostenute dai Fondi SIE, anche nell'ottica di modelli organizzativi e soluzioni strumentali di smart working, attraverso opportuni interventi di riorganizzazione in chiave digitale, aumento della trasparenza e dell’accesso ai dati con riferimento alle politiche di open government, nonché sulla gestione del personale, l’organizzazione delle strutture dell’amministrazione pubblica, il rafforzamento della governance multilivello e l’accompagnamento del processo di riforma degli Enti Locali.

Il progetto complesso sarà attuato tramite l’individuazione di centri di competenza nazionale identificati secondo le diverse tematiche oggetto d’intervento, e l’individuazione di soggetti attuatori.

***

Vai alla pagina dedicata all'Avviso nel sito del Dipartimento della Funzione Pubblica

Vai alla pagina dedicata all'Avviso nella sezione Opportunità del sito #pongov

Vai alla sezione dedicata al progetto sul sito OT11 OT2

articoli correlati
dicembre 4, 2020
Roma – 4 dicembre 2020. Nonostante la necessità di adeguarsi alla modalità di confronto...
dicembre 1, 2020
Si terrà venerdì 4 dicembre 2020 il 6° Comitato di Sorveglianza del PON Governance...
novembre 10, 2020
“Le politiche pubbliche ordinarie e aggiuntive hanno la possibilità di guidare e non inseguire...
ottobre 30, 2020
Riprende il percorso di comunicazione sui temi dell’innovazione e dello sviluppo avviato lo scorso...
ottobre 27, 2020
Riprende il percorso di comunicazione sui temi dell’innovazione e dello sviluppo avviato lo scorso...
settembre 30, 2020
La Relazione di Attuazione Annuale (RAA) 2019 del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 è stata accettata lo...
settembre 21, 2020
Il Decreto Legge n. 76/2020 c.d. “Semplificazioni”, convertito in legge con modificazioni il 10 settembre...
luglio 20, 2020
19 luglio 2020 – La Repubblica.it Alessandro Longo Entro il 28 febbraio prossimo la...
Condividi articolo sui social: