Qualificazione dell’INAIL come Polo Strategico Nazionale

Qualificazione dell’INAIL come Polo Strategico Nazionale
INAIL - Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

 

Il progetto si inserisce nel contesto di quanto previsto dalla Strategia Europa 2020 in tema di Agenda Digitale e modernizzazione della PA, con particolare riferimento agli aspetti di centralità dei bisogni dell’utenza nella fruizione dei servizi; accessibilità e interoperabilità di dati e servizi;  riduzione dei costi e miglioramento della qualità.

Dal 2014 l’INAIL, attore strategico nel processo di digitalizzazione della PA in considerazione del ruolo svolto nell’offerta di servizi ai cittadini, ha intrapreso un percorso evolutivo del proprio modello operativo passando da un’erogazione dei servizi effettuata da personale distribuito sul territorio a un modello sostanzialmente digitale.

Tale evoluzione ha creato le condizioni per la sua candidatura a Polo Strategico Nazionale (PSN) e per l’erogazione di servizi ad altre Amministrazioni in modalità “as a service”, senza vincoli rispetto alla localizzazione sul territorio nazionale. Tra questi, servizi di infrastruttura; di disaster recovery e business continuity; applicativi in logica SaaS; di gestione, di monitoraggio e di sicurezza IT.

Il progetto “Qualificazione dell’INAIL come Polo Strategico Nazionale” ha, quindi, l’obiettivo di implementare modelli e processi strutturati e standardizzati per gestire l’erogazione di servizi IT complessi ad altre PA con rapporti tra prezzi e prestazioni allineati con il mercato.

Tra i risultati l’INAIL si aspetta a conclusione del progetto:

  • aumento della qualità dei servizi offerti in termini di sicurezza, resilienza, efficienza energetica e business continuity
  • realizzazione di un ambiente cloud della PA, omogeneo dal punto di vista contrattuale e tecnologico, riqualificando le risorse interne alla PA già esistenti o facendo ricorso a risorse di soggetti esterni qualificati
  • risparmio di spesa derivante dal consolidamento dei data center e migrazione dei servizi verso il cloud.

***
Vai alla sezione dedicata al progetto sul sito OT11 OT2

articoli correlati
luglio 31, 2019
Una “cassetta degli attrezzi” e degli strumenti operativi, necessari ad avviare la sperimentazione nelle...
luglio 29, 2019
Aggiornati i dati relativi alle aree interne nell’ambito del progetto “La Strategia Nazionale per...
luglio 12, 2019
Sono 18 le amministrazioni pubbliche ammesse a partecipare al progetto RiformAttiva, dopo la riapertura dei termini che...
giugno 25, 2019
L’attuazione del Programma Operativo al centro del Comitato di Sorveglianza 2019, il quinto dall’avvio del...
maggio 20, 2019
Il progetto Competenze digitali per la PA, promosso dal Dipartimento della Funzione Pubblica – Ufficio per l’innovazione e...
maggio 7, 2019
7 maggio 2019 – AgendaDigitale.eu Adriana Agrimi – Dirigente Area Trasformazione digitale e Ufficio Progettazione...
maggio 2, 2019
30 aprile 2019 – COR.COM Federica Meta Sono 2001 i Comuni migrati su Anpr. Lo...
X