Sistema Unico di Gestione del Patrimonio Pubblico

Sistema Unico di Gestione del Patrimonio Pubblico
Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro

Il percorso di rinnovamento e innovazione che la Pubblica Amministrazione italiana ha avviato nel corso degli ultimi anni è basato sulla tecnologia quale fattore abilitante della propria missione istituzionale. La PA è sempre più orientata a progettare interventi finalizzati alla reingegnerizzazione e alla digitalizzazione dei processi e all'adozione di modelli organizzativi più efficienti.

In questo contesto, il Dipartimento del Tesoro si pone l’obiettivo di porre la tecnologia al servizio delle attività, in modo che questa possa aumentare l’efficienza dei processi interni, la sicurezza e l’accessibilità dei dati e migliorare le interazioni con gli utenti interni ed esterni al Dipartimento.

Obiettivo del progetto Sistema unico di gestione del Patrimonio Pubblico è rendere più efficiente l’intero processo di gestione dell’attivo patrimoniale dello Stato e migliorarne la governance al fine di garantire la corretta rilevazione e gestione degli asset; la capacità di raccolta e sistematizzazione del patrimonio informativo; la cura delle relazioni con gli stakeholder interni ed esterni al Dipartimento.

Per il Dipartimento del Tesoro ampliare il perimetro di competenza e rafforzare la governance integrata del Patrimonio dello Stato è presupposto fondamentale a garanzia di una maggiore convergenza tra gli obiettivi prefissati e i risultati conseguiti ma richiede una necessaria evoluzione in termini tecnologici e relazionali.

Una più ampia gestione dell’attivo determina infatti un numero maggiore di soggetti con cui interfacciarsi e interagire attivamente. Il Dipartimento oltre a relazionarsi con le Amministrazioni Pubbliche centrali e locali, gestisce rapporti con diversi soggetti che a vario titolo contribuiscono al processo di ottimizzazione e valorizzazione del Patrimonio dello Stato.

Tale contributo è da intendersi come un complesso e articolato flusso di informazioni, dati, comunicazioni che hanno ad oggetto le classi dell’attivo gestite dal Dipartimento. Ampliare le classi di attivo non implica solo un numero maggiore di soggetti cui interfacciarsi ma soprattutto una mole sempre più ampia di flussi informativi da gestire.

Risulta dunque fondamentale dotarsi di strumenti idonei di comunicazione, scambio e condivisione con tutti gli attori coinvolti al fine di consentire al Dipartimento di svolgere le diverse attività operative in modo dinamico, puntuale ed efficace.

L’obiettivo alla base del progetto è quello di creare un Sistema Unico per la Gestione e Valorizzazione del Patrimonio, supportato da una struttura dati centralizzata che raccolga dati sia interni che proveniente da fonti esterne e valorizzato attraverso strumenti di intelligenza digitale che rendano fruibile il dato attraverso report dinamici e funzionalità avanzate di predizione e simulazione di scenari.

Il progetto consentirà il raggiungimento del duplice obiettivo, da un lato ottimizzare l’attuale soluzione applicativa a supporto del processo di gestione dell’attivo patrimoniale, valorizzando l’investimento finora effettuato dal Dipartimento e dall'altro l’adozione di un insieme di tecnologie innovative e strumenti complementari che estendano il perimetro funzionale attualmente a disposizione portando innovazione e trasformazione digitale.

articoli correlati

febbraio 13, 2020
Il prossimo appuntamento del Laboratorio Nazionale sulle Politiche di Ricerca e Innovazione si terrà il 19 febbraio nella sede dell’Agenzia in Via Sicilia 162/C...
gennaio 21, 2020
L’Autorità Nazionale Anticorruzione, amministrazione beneficiaria del progetto #pongov Misurazione del rischio di corruzione a livello territoriale e promozione della trasparenza, ha pubblicato un Avviso...
gennaio 14, 2020
Come per la maggior parte dei Programmi Operativi italiani, il 2019 è stato l’anno del secondo target finanziario n+3 per il PON Governance e...
gennaio 7, 2020
L’ENEA ha promosso, proposto e avviato un cambiamento nelle modalità di gestione delle infrastrutture particolarmente strategiche all’innovazione dei contesti urbani e territoriali partendo dal...
dicembre 16, 2019
Si svolge oggi, lunedì 16 dicembre, a Zagabria, l’evento di inaugurazione del progetto pilota At the School of OpenCohesion in Croazia, alla presenza del Ministro per lo Sviluppo...
dicembre 16, 2019
Nei giorni 4 e 5 dicembre, nell’ambito del progetto #PONGOV ES-PA, sono stati organizzati due workshop, rispettivamente a Sanza (SA) e a Marsico Nuovo...
dicembre 12, 2019
A Roma il 16 dicembre 2019, presso il “Talent Garden” in via Ostiense 92, a partire dalle ore 14.15, si svolge il final meeting della seconda...
dicembre 12, 2019
Con la pubblicazione delle schede di Monitor-rifiuti aggiornate al 2019 si completa Monitor-SPL, la porta di accesso alle banche dati del progetto #pongov ReOPEN SPL con...
dicembre 6, 2019
5 dicembre 2019 – t24 de Il Sole 24 Ore «I nostri territori hanno bisogno di confrontarsi con il contesto economico europeo: se la...
dicembre 5, 2019
(ANSA) – FIRENZE, 4 DIC – “I nostri territori hanno bisogno di confrontarsi con il contesto economico europeo: se la Toscana ha ottime performance...
X