MediAree
Associazione Nazionale Comuni Italiani - ANCI

Nell’ambito delle azioni volte alla semplificazione della PA, il progetto si propone di potenziare le capacità istituzionali dei Comuni Capoluogo nel loro ruolo di messa in rete e di coordinamento delle aree vaste che gravitano intorno a essi, rafforzando la capacità di governance territoriale, sviluppando e consolidando le competenze di amministratori e funzionari rispetto a un’ampia gamma di materie fortemente interconnesse su cui la capacità istituzionale è fattore chiave per il successo di una governance praticabile e funzionante di area vasta.

La proposta nasce dalla necessità di richiamare e dedicare altrettanta attenzione, così come sta avvenendo per le Città Metropolitane, al percorso di riorganizzazione territoriale delle aree vaste che gravitano intorno alle città medie, intese qui come i Comuni Capoluogo di Provincia e dalla consapevolezza che il Paese necessita di una visione sistemica del territorio e di una strategia unitaria di riordino.

Obiettivo generale è far uscire dalla dimensione locale città che hanno carattere di area vasta, città che sono rappresentative di un territorio ampio e che costituiscono l’indispensabile funzione di cerniera con i territori di riferimento: da una parte le realtà minori che ad esse guardano come punto di riferimento e dall’altra, nel contempo, le più complesse Città Metropolitane con le quali dialogare e condividere visione di insieme.

Un’azione a supporto dei 104 capoluoghi non metropolitani, parallela all’azione del progetto Metropoli Strategiche - di accompagnamento delle Città Metropolitane ai processi in atto di pianificazione strategica, gestione associata e semplificazione amministrativa - vedrebbe rafforzata la capacità di raggiungere risultati concreti nella prospettiva della costruzione di un Agenda Urbana nazionale e di un disegno coerente del sistema Paese. Nel Sistema Paese, infatti, le città medie hanno un compito fondamentale di nodo funzionale e gestionale di realtà territoriali strategiche, sotto il profilo economico e occupazionale, per il sistema della formazione e della ricerca, per le competenze, infrastrutture e dotazioni produttive che detengono e per le aree e le popolazioni che “servono”.

Il modello delle città medie si basa spesso su politiche efficaci, sulla gestione condivisa di servizi e su esigenze di miglioramento della qualità della vita a livello territoriale, al di là dei confini urbani, in termini di sostenibilità e integrazione sociale. Il progetto intende creare condizioni e fornire strumenti per migliorare queste funzioni intermedie di raccordo e supporto attraverso processi di pianificazione strategica di nuova generazione in una dimensione di area vasta e in una visione di medio-lungo periodo. Ciò al fine di promuovere anche in Italia un approccio territoriale integrato orientato al riposizionamento funzionale ed economico delle città che ha consentito a livello internazionale le più riuscite esperienze di rilancio e riqualificazione urbana.

Il progetto mira a razionalizzare e rifunzionalizzare il ruolo di tali città attraverso la ridefinizione degli ambiti omogenei e adeguati sulla base dei quali tracciare i perimetri delle aree vaste rispetto alla gestione delle funzioni di pianificazione in forme di co-progettazione e co-gestione di politiche e interventi. Le finalità del progetto si declinano in 3 obiettivi generali tra loro fortemente interconnessi, che vanno tutti a potenziare la capacità dei Comuni Capoluogo di costruire visioni e strategie territoriali in una dimensione di area vasta, una prospettiva di medio-lungo periodo e con un approccio integrato e coordinato di politiche, soggetti, istituzioni e strumenti di programmazione.

1. Pianificazione strategica area vasta: migliorare e rafforzare la pianificazione strategica sia come processo di coordinamento delle politiche urbane, di costruzione di alleanze operative sul territorio, di coinvolgimento dei soggetti territoriali tutti - attori istituzionali, stakeholders e cittadinanza - di individuazione e selezione delle azioni prioritarie, sia come strumento di programmazione integrata, di integrazione degli strumenti finanziari, di mobilitazione del capitale territoriale e di intercettazione delle risorse, non solo finanziarie.

2. Ambiti ottimali: definire ipotesi di riorganizzazione territoriale volte a individuare gli ambiti più adeguati alle esigenze di gestione di funzioni di coordinamento di politiche e progetti di area vasta, funzionali innanzitutto a un sistema di governance praticabile piuttosto che rispondenti a criteri prettamente amministrativi, geografici, e/o demografici.

3. Strumenti di diagnosi e valutazione delle politiche urbane: costruire e migliorare strumenti di analisi degli scenari, di tendenze e prospettive, di monitoraggio e di misurazione dei risultati e degli impatti degli interventi. Con un approccio volto a mettere in rete dati e informazioni territoriali per una valutazione che serva anche e soprattutto a tenere costantemente sotto controllo lo stato di benessere del territorio e a mantenere una riflessione continua sulla visione di sviluppo futuro e le strategie intraprese o da intraprendere per realizzarla.

***

Vai alla sezione dedicata al progetto sul sito OT11 OT2

articoli correlati

maggio 13, 2021
L’Unione delle Province d’Italia ha pubblicato due Avvisi per la selezione di esperti per lo svolgimento di attività nell’ambito del progetto dell’UPI “Province e Comuni...
aprile 9, 2021
14 aprile 2021 from 10:00 to 13:10 Eventi Novità La valutazione dell’operatività in emergenza in Puglia al centro di un webinar che si svolgerà mercoledì 14 aprile dalle...
novembre 30, 2020
Il Progetto ITALIAE, promosso dal Dipartimento Affari Regionali e Autonomie, nell’ambito del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, riunisce la Community delle Unioni, riavviando...
ottobre 27, 2020
L’Unione delle Province d’Italia ha pubblicato due Avvisi per la selezione di esperti tramite conferimento di incarico di consulenza professionale a P.IVA per lo svolgimento di...
ottobre 27, 2020
from 28 ottobre 2020, 11:00 to 29 ottobre 2020, 12:00 Eventi Novità In programma mercoledì 28 e giovedì 29 ottobre i due webinar conclusivi...
ottobre 23, 2020
4 novembre 2020 from 12:00 to 13:30 Eventi Novità Primo piano Ti aspettiamo online il 4 novembre dalle 12 alle 13.30 – Clicca qui...
ottobre 12, 2020
Pubblicato sul sito del progetto TOO(L)SMART il documento che presenta il Kit del Riuso, uno strumento completo per consentire a tutte le Pubbliche Amministrazioni...
ottobre 7, 2020
Disponibile online sul sito Developers.italia.it la prima versione del kit di riuso del progetto PayFlowPA – Piattaforma abilitante per il monitoraggio e la gestione...
ottobre 6, 2020
8 ottobre 2020 from 14:30 to 16:30 Eventi Novità Primo piano E-government interregionale, digitalizzazione dei processi amministrativi e diffusione di servizi innovativi nel campo...
settembre 30, 2020
La Relazione di Attuazione Annuale (RAA) 2019 del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 è stata accettata lo scorso 16 settembre dalla Commissione europea. Il documento contiene informazioni sull’attuazione...
Condividi articolo sui social: