ARCADIA – Approccio ciclo di vita nei contratti pubblici e banca dati italiana LCA per l’uso efficiente delle risorse

ARCADIA - Approccio ciclo di vita nei contratti pubblici e banca dati italiana LCA per l’uso efficiente delle risorse
ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile

L’analisi del ciclo di vita (Life Cycle Assessment - LCA) è un metodo che consente di quantificare emissioni e risorse consumate e i relativi impatti ambientali e sulla salute associati alla realizzazione di un qualsiasi prodotto o servizio. Nella Direttiva 2014/24/UE sugli appalti pubblici, l’analisi del ciclo di vita investe sia gli aspetti ambientali, nelle fasi di progettazione, definizione delle specifiche tecniche e dei criteri di aggiudicazione, sia gli aspetti economici, relativi ai costi del ciclo di vita nella quantificazione del rapporto qualità/prezzo.

L’Italia ha introdotto novità di rilievo per alcuni temi ambientali quali la prevenzione e gestione dei rifiuti, il green public procurement, l’economia circolare, l’impronta ambientale. All'interno della Legge 221/2015 è previsto l’obbligo per tutte le stazioni appaltanti di inserire nelle procedure di acquisto specifiche tecniche e condizioni di esecuzione contrattuali contenute nei criteri ambientali minimi adottati dal Ministero dell’Ambiente. Nel 2018 è stato adottato lo schema Made Green in Italy finalizzato a promuovere i prodotti ad elevata qualificazione ambientale. Questo quadro normativo cosi fiorente si applica in un contesto che spesso ha una conoscenza poco approfondita e poco diffusa del Life Cycle Assessment e anche quando questa conoscenza esiste può accadere di non avere aziende e fornitori sul territorio capaci di rispondere ai bandi.

In questo contesto, il progetto realizzato da ENEA si pone due obiettivi fondamentali.

(1) Rafforzare le competenze delle pubbliche amministrazioni per integrare correttamente il Life Cycle Assessment a livello economico e ambientale nello sviluppo di bandi per appalti pubblici per la realizzazione di infrastrutture e opere pubbliche e per acquisti verdi. A questo fine sarà realizzata un’analisi approfondita a livello nazionale e europeo delle iniziative pubbliche esistenti di implementazione del concetto di ciclo di vita negli appalti pubblici e negli acquisti verdi, identificando casi studi di successo da approfondire e promuovere come buone pratiche di applicazione della Direttiva 2014/24/UE, attraverso la predisposizione di documenti tecnici.

(2) Creare una banca dati italiana LCA con caratteristiche di qualità, trasparenza e accessibilità, utile sia alle amministrazioni per avere un riferimento di settore da usare nell'interpretazione dei risultati dei bandi e per l’armonizzazione del calcolo dei costi interni ed esterni del ciclo di vita, sia alle aziende per lo sviluppo di studi di LCA per calcolare l’impatto ambientale dei propri prodotti e servizi, sulla base di dati specifici per il contesto italiano. Tale banca data potrà inoltre essere utilizzata per l’attuazione del regolamento Made Green in Italy.

articoli correlati

dicembre 5, 2019
(ANSA) – FIRENZE, 4 DIC – “I nostri territori hanno bisogno di confrontarsi con il contesto economico europeo: se la Toscana ha ottime performance...
dicembre 5, 2019
La banca dati Monitor-SPL si arricchisce con i dati e le informazioni riguardanti il trasporto pubblico locale. Disponibili il Rapporto nazionale sugli assetti organizzativi...
dicembre 4, 2019
Prosegue in queste settimane con nuove tappe sul territorio nazionale la terza edizione di #SISPRINTINTOUR, l’iniziativa itinerante di presentazione dei Report regionali su economia,...
dicembre 3, 2019
“L’attuazione dello smart working nelle PA. Il Kit del riuso del Progetto VeLA: sviluppo e sperimentazioni” è il titolo del webinar organizzato da Formez...
dicembre 3, 2019
La riqualificazione del parco edilizio esistente, in particolare quello pubblico, oltre ad essere un obiettivo della politiche energetiche nazionali, rappresenta un opportunità per stimolare...
dicembre 3, 2019
Continua il ciclo di seminari dedicati al Programma “Protezione civile: verso una governance più forte per la riduzione del rischio”, organizzati dal Dipartimento della...
dicembre 2, 2019
Un insieme di azioni per salvaguardare le praterie aride, luoghi ricchissimi di biodiversità in cui però sia la flora che la fauna regrediscono ormai...
novembre 28, 2019
Dopo aver presentato, nel maggio scorso, il rapporto nazionale sull’organizzazione e la gestione dei servizi idrici, l’attività di ricerca ed elaborazione dati di ReOPEN...
novembre 28, 2019
Il giorno 4 dicembre a Sanza (SA), presso il Centro di Educazione Ambientale del Convento di Salemme si terrà il workshop “Energia e sostenibilità...
novembre 28, 2019
Fa tappa a Firenze il 4 dicembre 2019 l’iniziativa itinerante #SISPRINTINTOUR3. Alle 10.00, nella sala Collezioni di Palazzo Bastogi in via Cavour 18, a Firenze,...
X