Piano formativo appalti pubblici

Entro febbraio avvio del primo modulo

Candidature aperte – dal 1° al 15 febbraio – per il primo modulo del Piano Formativo sulla nuova disciplina dei contratti pubblici, attuato sulla base del Protocollo d’intesa sottoscritto il 17 novembre scorso tra il Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, la Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA) e la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, con il supporto di ITACA – Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale.

Il corso fa parte del Piano formativo sulla nuova disciplina dei contratti pubblici previsto dalla Strategia per la riforma degli appalti pubblici e dal Piano di azione “Appalti pubblici”, allegato all’Accordo di partenariato italiano 2014-2020 per il corretto utilizzo fondi SIE.

Il percorso formativo sarà organizzato in tre moduli, il primo dei quali è propedeutico agli altri.

Il primo modulo, attivato entro febbraio, ha per oggetto una formazione di base in ordine al nuovo codice dei contratti pubblici e agli atti attuativi (decreti e linee guida recanti la disciplina di dettaglio) al fine di fornire gli strumenti fondamentali agli operatori del settore. La formazione base è destinata al personale di tutte le amministrazioni pubbliche centrali, regionali e locali, inclusi i Soggetti aggregatori, le Autorità di Gestione e le Autorità di Audit dei Programmi Operativi cofinanziati dai fondi SIE nei limiti numerici di partecipazione fissati.

Relativamente al primo modulo si rinvia alla pagina dedicata del sito della SNA.

Il secondo e terzo modulo, che saranno attivati entro il mese di giugno con il supporto dei Programmi di Governance a titolarità dell’Agenzia, prevedono una formazione specialistica e operativa diretta a sviluppare le competenze necessarie del personale di specifiche stazioni appaltanti.

Comunicato Piano formativo appalti pubblici