Biodiversità: quattro Regioni guardano a progetti “GESTIRE” e “GESTIRE 2020”

Terza visita di studio LQS-Mettiamoci in RIGA porta rappresentanti Lazio, Molise, Abruzzo e Sardegna a conoscere le azioni integrate di valorizzazione della biodiversità lombarda

Una strategia di conservazione e valorizzazione della biodiversità dei 245 siti “Natura 2000” presenti in Lombardia, costruita con la condivisione di comunità locali e portatori d’interesse, in grado di dare sostanza alle azioni delineate dal Prioritized Action Framework (PAF) regionale. Il percorso dei progetti LIFE “GESTIRE” e “GESTIRE 2020” è stato al centro della visita studio organizzata a Milano e in provincia di Bergamo dal Ministero dell’Ambiente nell’ambito di “Mettiamoci in RIGA”. Fa tappa per la sua terza study visit a Milano la linea LQS del progetto, realizzato a valere sul PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, che si propone di incoraggiare le Regioni a replicare le buone pratiche per l’Ambiente e il Clima contenute nella “Piattaforma delle Conoscenze” (pdc.minambiente.it).

Il 2 ottobre nella sede della Regione Lombardia, con il supporto dell’amministrazione regionale e di Ersaf (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste) sono state approfondite le azioni coordinate messe in atto dai due progetti, in linea con le Direttive europee di riferimento e in una realtà come quella lombarda caratterizzata da una forte presenza umana e produttiva. Destinatarie della “study visit”, realizzata con il supporto tecnico di Sogesid Spa, sono le Regioni Lazio, Molise, Abruzzo e Sardegna, che nella prima giornata hanno potuto conoscere il percorso di redazione del PAF della Lombardia, l’assetto organizzativo ideato dalla Regione per la realizzazione di un progetto integrato quale GESTIRE 2020. In particolare, sono stati approfonditi gli aspetti inerenti  al  ruolo dei tecnici facilitatori, al coinvolgimento dei  vari livelli amministrativi e soggetti pubblici e privati, come la Fondazione Cariplo che ha fornito fondi complementari, alle sperimentazioni di due modelli innovativi di governance (Parco Oglio Sud e Oltrepò Pavese), nonché alle attività realizzate per la gestione dei grandi carnivori.

La seconda giornata, in provincia di Bergamo (Cenate di Sopra, Cenate di Sotto e Ponte San Pietro) il 3 ottobre, è servita a vedere sul campo la realizzazione concreta di una parte degli interventi di Gestire 2020: i funzionari delle amministrazioni delle quattro regioni hanno visitato la Riserva naturale Oasi del WWF di Valpredina per conoscere le azioni di conservazione dei chirotteri e del gambero di fiume, le aree di intervento delle azioni di riqualificazione forestale per il controllo di specie aliene invasive presso l’isolotto di Ponte San Pietro.

Fonte: https://www.minambiente.it/pagina/lqs-piattaforma-delle-conoscenze-capitalizzazione-delle-esperienze-e-disseminazione-dei


X