Presentazione del progetto #pongov “Supporto all’attuazione e al monitoraggio delle S3 nazionale e regionali”

Attuazione e monitoraggio sono i due ambiti su cui si focalizzerà – rispecchiando pienamente mission e competenze dell’Agenzia per la Coesione Territoriale – l’attività di supporto alle Strategie di Specializzazione Intelligente nazionale e regionali prevista nel quadro del nuovo progetto finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 e presentato oggi pomeriggio insieme alla Commissione europea – DG Regio alle diverse Amministrazioni coinvolte.

Uno strumento – quello delle S3 – capace di supportare la programmazione degli interventi per lo sviluppo attraverso una mappatura delle vocazioni e delle potenzialità dei territori e la descrizione di traiettorie di crescita, sviluppo e innovazione concrete. Perché place based e perché frutto di un processo di interazione e cooperazione tra settore pubblico e settore privato; elementi evidenziati in apertura dal Direttore Generale dell’Agenzia Ludovica Agrò.

Quattro milioni e 700mila euro di dotazione finanziaria complessiva a valere sull’Asse 3 del Programma, dedicato al rafforzamento della governance multilivello. Una dimensione temporale medio lunga, con attività che accompagneranno le Amministrazioni centrali e locali coinvolte fino alla fine del 2020. Grande attenzione al confronto – “aprendo” il progetto al contributo attivo di tutti i soggetti coinvolti – e alla comunicazione verso l’esterno, per consentire una rappresentazione organica e unitaria dello stato dell’arte di tutte le S3.

Questi alcuni degli aspetti di novità del progetto che capitalizza e sviluppa attività già realizzate nel corso della programmazione 2007-2013 – anche con il finanziamento del PON Governance e Assistenza Tecnica – per accompagnare le Amministrazioni nella definizione delle proprie S3.

Il progetto si articolerà in 4 linee di attività, presentate da Giorgio Martini, Dirigente dell’Ufficio 1 Sviluppo sostenibile e crescita intelligente, principale attuatore del progetto.

Per il coordinamento dell’attuazione delle S3, assicurandone il collegamento con le attività della Cabina di Regia e con l’attuazione dei Piani Operativi approvati. Per l’accompagnamento all’elaborazione dei Piani Operativi sulle 12 aree tematiche prese quale riferimento dalle Amministrazioni centrali e regionali. Per il monitoraggio – anche attraverso l’integrazione con il Sistema Nazionale di Monitoraggio Unitario dell’IGRUE – dell’attuazione delle S3; attività coordinata dal NUVEC e finalizzata a verificare la coerenza dei livelli di programmazione e di attuazione sia a livello centrale che territoriale.

L’ultima linea – trasversale – avrà l’obiettivo di supportare le attività di scambio e confronto, la realizzazione di un “network” di innovatori S3, la comunicazione degli obiettivi e dei risultati raggiunti dal progetto. Rientra in questa linea lo sviluppo di un portale, con finalità sia informative che operative, di cui è stato presentato un prototipo a breve online.

Previsto, per la giornata di domani, un workshop relativo al progetto di assistenza tecnica della Commissione europea sui sistemi di monitoraggio delle S3 di alcune Regioni campionate (Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Sardegna, Sicilia e Veneto) i cui esiti – anche grazie alla collaborazione tra Commissione e Agenzia – verranno trasferiti a tutte le Regioni.