Ambiti tecnologici della Smart Specialisation Strategy nell’industria italiana. Online i dati e gli esiti dell’analisi

È online l’Analisi sugli ambiti tecnologici della Smart Specialisation Strategy nell’industria italiana, realizzata per l’Agenzia per la Coesione Territoriale da MET Srl, nell’ambito delle attività promosse dal Progetto di “Supporto all’attuazione e al monitoraggio della SNSI e delle RIS3” finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

Lo studio ha preso in esame un campione statisticamente significativo di imprese che si sono riconosciute nelle traiettorie tecnologiche delle S3 e ne ha comparato le dinamiche con quelle che non si definiscono tali.

Il Rapporto fornisce indicazioni ai policy maker, in particolar modo regionali, utilizzabili per l’impostazione delle nuove Smart Specilisation Strategy. In particolare, dallo studio emerge che le “imprese S3” risultano essere quelle che, più delle altre:

  • colgono i vantaggi della diversificazione tecnologica e più diffusamente usano tecnologie riconducibili al modello dell’industria 4.0 e introducono innovazioni basate su strutturati processi di ricerca e sviluppo
  • sviluppano in maniera sistematica rapporti di collaborazione con altre imprese e con enti di ricerca per la realizzazione dei percorsi di innovazione
  • riescono a superare meglio le criticità nell’utilizzo di capitale umano qualificato, ricorrendo in maggior misura all’acquisizione di servizi e/o collaborazioni con altre imprese o enti
  • realizzano collegamenti con le reti nazionali e internazionali.

Con gli esiti del Rapporto, sono pubblicati anche i dati regionali, che rappresentano una fonte conoscitiva utile per supportare il ridisegno delle S3, che costituiranno anche nel ciclo di programmazione 2021-2027 dei fondi SIE la cornice strategica di riferimento per la programmazione operativa, nello specifico ambito di policy.

LEGGI L’ANALISI

Leggi la notizia sul sito istituzionale dell’Agenzia per la Coesione Territoriale


X