Uffici di prossimità. Al via in cinque Regioni i nuovi progetti #pongov a regia del Ministero della Giustizia

Inseriti all’interno delle attività previste dal progetto complesso Uffici di prossimità a titolarità del Ministero della Giustizia, i nuovi progetti avviati nelle Regioni Abruzzo, Emilia-Romagna, Lazio, Puglia e Sardegna avranno l’obiettivo di creare, attraverso l’istituzione di Uffici di prossimità sul territorio e in collaborazione con gli Enti Locali, un sistema di Giustizia più vicino ai cittadini residenti nei territori regionali e allo stesso tempo di decongestionare il lavoro dei tribunali ordinari.

I cinque progetti si aggiungono ai tre progetti pilota avviati nel 2019 nelle Regioni Liguria, Piemonte e Toscana, le cui esperienze forniranno elementi utili da replicare nei modelli relativi all’organizzazione, alla strumentazione informatica e alla comunicazione.

Gli Uffici di Prossimità rispondono a due diverse esigenze: da un lato fornire al Tribunale dei luoghi di mediazione con il territorio che riducano la distanza anche fisica tra cittadino e Ufficio giudiziario, dall’altro permettere ai Comuni e agli Enti Locali di semplificare l’accesso e la fruizione dei servizi di Giustizia ai propri cittadini, integrandoli con i servizi in ambito sociale gestiti sul territorio.

Il compito degli Uffici di prossimità sarà quello di garantire un servizio completo e integrato di orientamento e consulenza, specialmente alle fasce più deboli, per la trasmissione degli atti che non richiedono l’ausilio di un legale quali ricorsi, istanze, allegati e rendiconti e allo stesso tempo costituire un punto di riferimento nel territorio dove poter avere a disposizione tutti i servizi collegati forniti dalle altre Istituzioni coinvolte nel progetto: Regioni, Comuni e Uffici giudiziari.


X