Report Unioncamere, terziario e turismo 75% ricchezza Puglia

16 ottobre 2018 – ANSA
(ANSA) – BARI, 16 OTT – Il pil pugliese è trainato dal terziario e dal turismo: le attività connesse alla produzione di servizi incidono per più del 75% sulla ricchezza complessivamente prodotta in regione, con il numero di presenze turistiche cresciuto dal 2012 al 2016 dell’8,6%, molto di più che nel resto d’Italia (5,8%). Sono alcuni dei dati raccolti nel Report semestrale dell’Agenzia per la Coesione territoriale e Unioncamere nazionale dedicato alla Puglia, presentato oggi nella sede della Camera di Commercio di Bari nella tappa barese del progetto #SISPRINT IN TOUR (Sistema Integrato di Supporto alla Progettazione degli Interventi Territoriali), finanziato dal PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, di cui Unioncamere è il soggetto beneficiario.
È l’alimentare il settore con le performance migliori, aumentando l’incidenza del suo export di oltre 5 punti percentuali, dal 15,2% del 2012 al 20,6% del 2017. Dal report emerge, inoltre, che in Puglia le start up sono al di sotto della media nazionale (8,1 contro il 14,1 nazionale, ma con la provincia di Bari che con il 12,1 fa meglio di Sud e Isole), mentre le società di capitale sono cresciute del 24% negli ultimi cinque anni. Tra le zone buie del rapporto, ci sono quelle relative all’occupazione: il tasso di disoccupazione in Puglia è pari a 18,8% (Italia 11,2%) e tocca il 51,4% per i giovani tra 15 e 24 anni (Italia 34,7%), al duecentunesimo posto fra le 276 regioni europee.
“Il sistema socio-economico pugliese ha risentito profondamente della crisi internazionale, in linea con il resto della penisola. Ma, nonostante le crescenti difficoltà, – ha spiegato Pasquale Orlando, dirigente della Regione Puglia – continua a esibire una storica propensione ai mercati esteri, con un export che supera gli otto milioni di euro, come nel periodo d’oro dell’Ilva di Taranto”, ricordando il “piano di investimenti del Por regionale dal 2015 ad oggi, pari a 3,2 miliardi di euro, di cui oltre 500 milioni per progetti di ricerca, su cui è stato disposto un contributo di 1,1 milioni di euro, destinatarie 7 mila imprese, per un piano occupazionale di 80mila unità in più”.(ANSA).
http://www.ansa.it/pmi/notizie/unioncamere/2018/10/16/report-unioncamere-terziario-e-turismo-75-ricchezza-puglia_1ce08464-35e2-4ed9-833a-2b45bb827aed.html


X