ReOPEN SPL – Regolazione ciclo dei rifiuti: l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha attivato il Tavolo tecnico permanente con Regioni e Autonomie locali

Istituito a luglio, servirà a garantire il confronto continuativo con Regioni ed Autonomie locali. Componenti, oltre all’Authority: la Conferenza Regioni e Province autonome, ANCI e UPI.

Dando seguito a quanto anticipato alla fine dello scorso mese di luglio, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha attivato il Tavolo tecnico permanente con Regioni e Autonomie locali in materia di ciclo dei rifiuti urbani e assimilati, istituito con Delibera del 30 luglio 2019, n. 333/2019/A. Tale atto dava mandato al Segretario generale dell’Autorità di disciplinare il funzionamento del Tavolo con propria determina, che è stata prontamente adottata l’11 settembre scorso (Determina 11 settembre 2019, n. 5/2019 – SGE).

Le modalità di funzionamento del Tavolo prevedono una sorta di geometria variabile: i componenti “fissi” sono, oltre ad ARERA che lo coordina, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e l’Unione delle Province Italiane (UPI), ma, in base ai temi di volta in volta affrontati, possono essere invitati a partecipare le associazioni maggiormente rappresentative degli Enti di governo d’ATO e i rappresentanti di singole Regioni o Autonomie locali, nonché, in qualità di uditori, i rappresentanti di soggetti pubblici che svolgono attività rilevanti ai fini delle tematiche in discussione.

In base a quanto contenuto nella Delibera n. 333, il Tavolo, nell’ottica di migliorare ulteriormente l’efficacia dell’azione regolatoria, si prefigge una serie di finalità, tra le quali:

  • individuare e monitorare le specifiche criticità relative ai processi decisionali di programmazione, organizzazione e gestione del servizio di gestione integrata dei rifiuti;
  • rafforzare la cooperazione fra i soggetti territorialmente competenti, anche nella direzione di favorire un perfezionamento del processo di costituzione e/o operatività delle strutture organizzative degli Enti di governo dell’ambito;
  • individuare forme di confronto con le Regioni e le autonomie locali nei casi in cui la richiamata normativa lo preveda espressamente, fermo restando le modalità e gli strumenti di partecipazione che l’Autorità mette a disposizione dei gestori e delle associazioni dei consumatori.

L’11 settembre scorso, inoltre, si è svolto a Roma l’evento “Rifiuti: le tariffe, la trasparenza, i tempi”, nel corso del quale sono stati illustrati i contenuti dei documenti di consultazione di recente emanazione:

I rappresentanti di ARERA intervenuti hanno a più riprese sottolineato come la costituzione del Tavolo tecnico con le Autonomie locali, potrà contribuire in maniera determinante anche ai procedimenti di regolazione avviati in materia tariffaria e di qualità contrattuale e trasparenza. Proprio a valle dell’evento, si legge nel comunicato di ARERA, si è, infatti,svolta una prima riunione del Tavolo.

Fonte: https://reopenspl.invitalia.it/archivio-news/notizie/arera—attivazione-tavolo-tecnico-rifiuti


X