Pubblicate le prime esperienze del Catalogo OT11-OT2

A poche settimane dal lancio dell’iniziativa del Comitato di Pilotaggio, sono già numerose le amministrazioni che hanno aderito, su base volontaria, alla condivisione e diffusione dei propri progetti incentrati sui temi del rafforzamento della capacità amministrativa (OT11) e della digitalizzazione (OT2) all’interno di un Catalogo delle Esperienze OT11-OT2. Le prime quattro esperienze pubblicate sono Puglia Log-in della Regione Puglia, Obiettivo SUAPE della Regione Sardegna, Piano Formativo Integrato 2017-2020 della Regione Umbria ed ES-PA dell’ENEA, a cui a breve seguiranno le altre di cui i contenuti sono in via di finalizzazione.

Queste quattro esperienze forniscono una prima interessante e variegata panoramica delle iniziative in corso d’opera per far fronte a fabbisogni emersi ed esigenze individuate dalle amministrazioni.

In particolare, Puglia Log-in della Regione Puglia, descrive il percorso per il miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità dei servizi pubblici digitali che la Regione eroga a cittadini e imprese del proprio territorio e che si avvale, come strumento principale, dell’ecosistema di Servizi Digitali Integrati (sanità, turismo e beni culturali, territorio e ambiente, agroalimentare, sviluppo economico, innovazione, formazione e lavoro). L’ecosistema sarà reso disponibile attraverso il portale istituzionale della Regione Puglia che sarà completamente conforme al modello nazionale di Italia Login, descritto nella Strategia per la Crescita Digitale e si integrerà nella struttura nazionale.

Con Obiettivo SUAPE della Regione Sardegna viene affrontata la questione della qualificazione e dell’empowerment degli operatori del sistema degli Sportelli Unici per le Attività Produttive e l’Edilizia (SUAPE) al fine di supportarli nel cambiamento. Il progetto, inserito in un più ampio intervento di semplificazione della Regione Sardegna, è stato attivato nelle more dell’approvazione della legge regionale, al fine di preparare il passaggio dal SUAP al SUAPE e ha lo scopo di individuare e porre in essere azioni di qualificazione ed empowerment rivolte alle istituzioni, agli operatori e agli stakeholders.

Il Piano Formativo Integrato 2017-2020 della Regione Umbria è stato articolato secondo un’architettura comune, con la raccolta e omogeneizzazione delle richieste dei diversi servizi regionali in modo da rafforzare l’integrazione degli interventi formativi e ottenere significative economie di scala e di scopo. Il Piano si basa su due linee formative, una finalizzata a soddisfare esigenze di carattere generale e trasversale, orientata a fornire e supportare le competenze necessarie per operare all’interno dell’organizzazione, l’altra per venire incontro alle necessità specifiche delle singole strutture e favorire l’aggiornamento e lo sviluppo di competenze di tipo specialistico-settoriale.

L’esperienza ES-PA punta a incrementare le competenze tecniche di decisori politici e funzionari delle PA regionali e degli Enti Locali sui temi energetici e della sostenibilità nell’ottica di una transizione low carbon. Si mettono a disposizione gratuitamente prodotti e servizi dell’ENEA adattabili alle singole esigenze, oltre ad azioni di accompagnamento sia a distanza che sul territorio. I prodotti e servizi sono costituiti da: linee guida, rapporti tecnici, seminari/webinar, affiancamento tecnico, metodologie/manuali, tool-box/software, interventi/applicazioni pilota.

Tutte le esperienze raccolte nel Catalogo sono navigabili per Obiettivo Tematico, Ambito tematico e Territorio di appartenenza.

Per ogni esperienza, oltre a una sintesi di contesto, sono inoltre disponibili informazioni di dettaglio sulle attività, i soggetti coinvolti, i risultati raggiunti, punti di forza e criticità e possibilità di trasferimento e riuso dell’esperienza stessa, a cui è possibile candidarsi a partecipare compilando l’apposito form on line.

Il catalogo è realizzato senza alcuna finalità valutativa e continuerà ad alimentarsi su base volontaria. Oltre a essere disponibili on line, le esperienze raccolte potranno essere condivise in attività di scambio, seminari e laboratori volti al trasferimento delle pratiche di attuazione dei progetti. Possono partecipare presentando esperienze sia le amministrazioni centrali e regionali titolari degli interventi sia i soggetti beneficiari.

Per partecipare all’iniziativa Consulta il Catalogo delle Esperienze OT11-OT2

Fonte: http://www.ot11ot2.it/notizie/pubblicate-le-prime-esperienze-del-catalogo-ot11-ot2