Progetto ITALIAE: nasce la community delle Unioni

Lo scorso 16 maggio, all’interno delle iniziative della 30esima edizione del FORUM PA tenutasi presso il conference center ‘La Nuvola’, si è svolta la sessione di lavoro collaborativa Meeting di ITALIAE: le esperienze delle Unioni. L’incontro ha rappresentato per lo staff di ITALIAE una rilevante azione di confronto con i principali destinatari delle azioni progettuali: l’iniziativa, la cui rilevanza è stata testimoniata dagli interventi del Cons. Eugenio Gallozzi (Capo del Dipartimento Affari Regionali e Autonomie) e di Francesco Tufarelli (Coordinatore dell’Ufficio I del Dipartimento Affari Regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri), ha rappresentato un momento significativo per ITALIAE, che fa della creazione di valore pubblico un fattore imprescindibile di sviluppo dei territori.
In questa prospettiva, essendo ITALIAE un progetto fortemente incentrato sul dialogo e sul confronto con gli stakeholder, il tavolo di lavoro, organizzato nella logica di networking, da un lato si è configurato come un momento di ascolto delle istanze e dei fabbisogni di dieci Unioni di comuni (rappresentate da autorevoli esponenti tecnici e politici), e dall’altro ha creato le basi per lo sviluppo di un luogo di condivisione di soluzioni organizzative, diffusione di buone pratiche e trasferimento della conoscenza.

Il tavolo, aperto da una presentazione curata dello staff di ITALIAE che ha riguardato il complesso dell’iniziativa progettuale, le principali linee di intervento, ed una prima proposta di lavoro per le amministrazioni presenti, si è poi spostato sulle voci dei territori: i vari partecipanti hanno portato la loro esperienza su vari aspetti che rientrano tra le tematiche del progetto ITALIAE, tra i quali il percorso aggregativo finora effettuato e gli eventuali sviluppi, le peculiarità della propria esperienza associativa, e gli eventuali fabbisogni in termini di sviluppo organizzativo.

ITALIAE_FORUM PA_foto_Sessione_Lavoro

Hanno partecipato al tavolo gli esponenti delle seguenti realtà associative:

  1. Federazione dei comuni del Camposanpierese
  2. Unione Comuni Bassa Reggiana
  3. Unione dei Comuni della Bassa Romagna
  4. Unione della Romagna Faentina
  5. Unione Reno Galliera
  6. Unione Valdera
  7. Unione dei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa
  8. Unione Territoriale Intercomunale (UTI) delle Valli e delle Dolomiti Friulane
  9. Unione Comuni Valdichiana Senese
  10. Unione Montana Potenza Esino Musone

Nel corso dei lavori è emersa la volontà di istituzionalizzare questo tavolo di lavoro, costruendo una vera e propria community di progetto il cui percorso avrà l’obiettivo di produrre e diffondere conoscenza organizzata e di qualità sul tema della goverance e dello sviluppo locale.

Pertanto, le Unioni presenti hanno stabilito che nei prossimi mesi, oltre ad intraprendere o proseguire il proprio percorso di affiancamento per specifiche attività all’interno delle iniziative del Laboratorio di ITALIAE, saranno protagoniste di un ulteriore momento di confronto strutturato in cui continueranno a confrontarsi sulle più rilevanti sfide dei percorsi associativi.

La community è ovviamente aperta all’ingresso di nuove Unioni: altre due realtà, l’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo e l’Unione dei Comuni Valle degli Iblei hanno già manifestato interesse ed a breve prenderanno parte alle iniziative progettuali.

Per saperne di più o per entrare a far parte della community, è possibile contattare lo staff di ITALIAE all’indirizzo italiae.dara@governo.it

Fonte: http://www.ot11ot2.it/notizie/progetto-italiae-nasce-la-community-delle-unioni