Migliori competenze per migliori risultati nell’investimento dei fondi UE: un nuovo strumento dalla DG Regio

La Commissione europea sta aiutando gli Stati membri e le regioni a migliorare la loro capacità di gestire gli investimenti dei fondi UE per ottenere migliori risultati attraverso il rafforzamento delle loro competenze professionali e operative. Oggi è disponibile un nuovo strumento per tutte le istituzioni pubbliche coinvolte nella gestione del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo di coesione (ovvero gli organismi nazionali di coordinamento, le autorità di gestione, di audit e di certificazione, i segretariati comuni e gli organismi intermedi), al fine di individuare e affrontare le lacune nelle competenze e adattare le proprie strategie formative.

Lo strumento, progettato dalla Direzione generale Politica regionale e urbana della Commissione (DG REGIO), prevede:

  • un quadro delle competenze dell’UE che raccoglie le competenze che le amministrazioni e i funzionari devono possedere;
  • uno strumento di autovalutazione basato sul web che consente al dipendente di valutare il proprio livello per ogni competenza richiesta per il suo specifico profilo di lavoro. Ciò contribuirà a definire i futuri obiettivi di sviluppo.

Una caratteristica importante, in particolare per i manager pubblici, è la possibilità di aggregare i dati delle autovalutazioni di tutti i dipendenti, tracciando così una panoramica dell’amministrazione nel suo insieme. I risultati possono di conseguenza servire come base per sviluppare piani di apprendimento e di sviluppo in grado di colmare le lacune.

Questo strumento, di facile uso e flessibile, copre una gamma completa di competenze e può essere applicato a tutti i tipi di amministrazioni, indipendentemente dalle loro dimensioni o dal fatto che gestiscano un programma operativo settoriale o regionale. Il suo impatto va ben oltre la gestione dei fondi: può anche contribuire a un maggior orientamento e a un approccio strategico verso lo sviluppo di competenze a lungo termine, migliorando in ultimo il funzionamento dell’intera amministrazione e la qualità dei servizi che essa fornisce a cittadini e imprese.

Aiutare gli Stati membri e le regioni dell’UE a gestire e a investire i fondi dell’UE in modo migliore è una delle priorità del Commissario per la politica regionale Corina Creţu. Secondo la settima relazione sulla coesione, per intensificare l’impatto degli investimenti della politica di coesione, gli Stati membri e le regioni devono appoggiarsi a istituzioni di alta qualità. I funzionari pubblici devono possedere competenze operative, professionali e manageriali più sofisticate, non solo nel settore dei fondi UE, ma anche in altri ambiti della politica, come gli appalti pubblici, gli aiuti di stato, ecc.

Per ulteriori informazioni:

Fonte: Inforegio