Lavoro: solo nelle province di Bolzano e Reggio Emilia tasso di disoccupazione inferiore a quello della Granda

In Camera di Commercio la presentazione del secondo Report regionale su economia, imprese e territori, realizzato nell'ambito del Progetto SI.S.PR.IN.T.

16 settembre 2019 – CuneoDice.it
c.s.
È stato presentato oggi, in Camera di commercio a Cuneo, il 2° Report regionale su economia, imprese e territori, realizzato nell’ambito del Progetto SI.S.PR.IN.T. (Sistema Integrato di Supporto alla PRogettazione degli INterventi Territoriali), promosso da Unioncamere in coordinamento con l’Agenzia per la Coesione territoriale e finanziato dal Pon Governance e Capacità istituzionale 2014-2020. Rafforzare la capacità delle Amministrazioni titolari della programmazione nel fornire risposte adeguate alle esigenze puntuali delle imprese e dei territori su cui operano, rendendo disponibile una strumentazione in grado di qualificare le progettualità per lo sviluppo, sostenendone la competitività. Questo l’obiettivo del progetto. Sisprint coinvolge 21 Camere di commercio italiane cui spetta il ruolo di “antenne intelligenti” con il compito di realizzare iniziative locali di animazione e ascolto del territorio, interessando tutte le componenti economiche e sociali. L’Antenna territoriale per il Piemonte è rappresentata dalla Camera di commercio di Torino.
L’ente camerale cuneese ha colto l’opportunità offerta dalla presentazione del progetto per fornire agli attori locali una lettura nuova e articolata della realtà territoriale – afferma Ferruccio Dardanello, presidente della Camera di commercio – Sisprint si inserisce a pieno titolo nel processo di cambiamento e di riforma in cui le Camere di commercio sono impegnate, per sostenere, anche attraverso la lettura e l’interpretazione dei dati e delle dinamiche economiche, lo sviluppo e la crescita del Paese”.
Due in particolare gli strumenti realizzati nell’ambito di Sisprint e destinati alle Amministrazioni locali: i Report regionali e il Cruscotto informativo. Il Report, di cui oggi è stata presentata la seconda edizione, costituisce uno strumento informativo e di lavoro per l’analisi e il monitoraggio delle dinamiche economiche che caratterizzano i territori. Esso offre una lettura innovativa delle dinamiche economiche territoriali attraverso l’integrazione, la sistematizzazione e la valorizzazione del patrimonio di dati del Registro delle imprese delle Camere di commercio, di altre fonti camerali e non camerali, integrandole con quelle statistiche e quelle in possesso dell’Agenzia per la Coesione territoriale.

Il Cruscotto informativo per l’analisi e il monitoraggio delle dinamiche economiche territoriali è un servizio online, di rapido e facile utilizzo, realizzato con il contribuito di InfoCamere e Sicamera. Il sistema integra e rende rapidamente fruibili dati e informazioni provenienti da fonti diverse: il Registro delle imprese e numerose altre fonti tra cui quelle di Istat e Banca d’Italia. Esso consente, per i Comuni italiani di cui sono disponibili i dati, di leggere variabili e indicatori in serie storica in materia di ambiente, telecomunicazioni e credito. L’Agenzia per la Coesione Territoriale offre dunque alle amministrazioni pubbliche questo strumento affinché possano avere piena consapevolezza, sulla base di dati aggiornati, dei punti di forza e di debolezza delle realtà locali, di come stia evolvendo il sistema produttivo, effettuando confronti tra territori.
I lavori della giornata sono stati introdotti da Ferruccio Dardanello presidente dell’ente camerale cuneese e vice presidente di Unioncamere Piemonte. A seguire sono intervenuti Marilina Labia, referente del progetto SISPRINT per conto di Si.Camera, con Nicola Caprioli referente delle Unioni e Società di sistema di Infocamere, che hanno presentato gli strumenti di analisi analizzandone le finalità, i report regionali e il cruscotto informativo; Alessandro Rinaldi (Ufficio Studi Si.Camera) che ha svolto un’analisi generale sul quadro economico, mettendo in evidenza critività e punti di forza, con particolare riferimento al territorio cuneese; e Claudio Cipollini, esperto tematico Sisprint, che ha fatto alcune riflessioni in merito coinvolgendo il pubblico in sala creando un vivace dibattito. Ha chiuso i lavori Barbara Barazza, referente dell’Antenna territoriale della Camera di Torino, che ha illustrato i risultati dell’attività di ascolto e le prime proposte operative.
FOCUS SULLA PROVINCIA DI CUNEO
Il quadro complessivo che emerge dal Report, con riferimento alla provincia di Cuneo, è quello di un territorio in ripresa che, forte dei suoi fondamentali produttivi, dal 2012 è riuscita a far crescere annualmente il proprio valore aggiunto del +1,6% a prezzi correnti rispetto al +1,4% nazionale. Con oltre 82 mila imprese Cuneo è la 27ma provincia per dimensione produttiva del Paese; per popolazione è la 29ma. L’elevata propensione all’imprenditorialità porta Cuneo a essere la 17ma provincia per densità di imprese, con un valore di 11,6 imprese per 1.000 abitanti, il più elevato del Piemonte e superiore al 10,1 medio italiano. Con un’incidenza del 28,6% delle imprese, Cuneo è l’11ma provincia italiana per peso delle imprese agricole. Per livelli di valore aggiunto pro-capite Cuneo, con un valore superiore alla media nazionale dell’11,6%, si colloca al 25mo posto nel Paese, seconda nel Piemonte solamente alla provincia di Torino, 24ma. Questa propensione imprenditoriale si accompagna a livelli di disoccupazione tra i più bassi del Paese: Cuneo è la terza provincia, dopo Bolzano e Reggio Emilia, per più basso tasso di disoccupazione (4,3% contro il 10,6% nazionale), con valori simili a quelli di paesi come il Regno Unito e gli Stati Uniti, e diventa seconda solo a Bolzano per il minor tasso di disoccupazione femminile (5,1%, la media italiana è 11,8%).

X