La diagnosi energetica degli edifici pubblici: da ENEA un manuale realizzato nel quadro del progetto #pongov ES-PA – Energia e Sostenibilità per la Pubblica Amministrazione

Il miglioramento dell’efficienza energetica di un sistema edificio-impianto richiede un’accurata analisi capace di individuare gli interventi più opportuni sull’involucro edilizio e sugli impianti tecnici, anche attraverso il ricorso a fonti energetiche rinnovabili.

La diagnosi energetica rappresenta una procedura sistematica che consente, partendo dalla conoscenza del profilo di consumo energetico di un sistema, la definizione degli interventi di miglioramento della prestazione energetica, classificandoli secondo un ordine di priorità decrescente grazie ad un’analisi costi-benefici.

Le linee guida pubblicate da ENEA rappresentano uno strumento a supporto dei referenti della diagnosi energetiche nello svolgimento della procedura, descrivendone in maniera dettagliata le varie fasi. Particolare attenzione viene posta alla quella iniziale di analisi, che riguarda la costruzione dell’inventario energetico, il calcolo degli indicatori di prestazione energetica, l’individuazione degli interventi di miglioramento della prestazione energetica, l’implementazione delle simulazioni del comportamento del sistema edificio-impianto e l’analisi costi-benefici degli interventi.

Oltre a facilitare la conduzione delle diagnosi energetiche, lo strumento ne garantisce l’omogeneità di esecuzione, al fine di organizzare i risultati in banche dati che consentano confronti tra i fabbisogni energetici di edifici esistenti e quelli di riferimento con la stessa destinazione d’uso.

Il manuale, realizzato da ENEA nel quadro del progetto #pongov ES-PA – Energia e Sostenibilità per la Pubblica Amministrazione è disponibile online, previa registrazione, per le Amministrazioni regionali e locali, al link https://www.espa.enea.it/prodotti-servizi/manuale-per-la-diagnosi-energetica-degli-edifici-pubblici.html


X