Il Ministero della Giustizia è Organismo Intermedio del PON

Firmato oggi l'atto di delega delle funzioni

L’Autorità di Gestione del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014–2020 ha sottoscritto oggi con il Ministero della Giustizia l’atto di delega delle funzioni di Organismo Intermedio.

Si tratta di un passaggio di estrema importanza nell’attuazione del Programma. La firma di oggi rappresenta infatti l’avvio ufficiale dell’operatività dell’Organismo Intermedio per la realizzazione degli interventi programmati in tema di miglioramento delle prestazioni del sistema giudiziario, con particolare riferimento agli obiettivi di digitalizzazione.

Al Ministero della Giustizia, per la prima volta coinvolto a titolo diretto nella gestione di interventi di politica di coesione, sono delegati gli interventi relativi al miglioramento dell’efficienza e delle prestazioni degli uffici giudiziari, all’innovazione tecnologica (informatizzazione del processo civile), allo sviluppo di procedure, strumenti e modalità organizzative in grado di ridurre i tempi di definizione delle controversie e di smaltire l’arretrato, soprattutto in ambito civile.
Tali interventi rientrano nell’ambito degli Assi 1 e 2 del Programma.