Convegno “Dal ticketing al MaaS per una mobilità più sostenibile”

3 ottobre – Torino Oggi
Il Convegno “Dal ticketing al MaaS per una mobilità più sostenibile”, organizzato da Regione Piemonte e 5T, è stato tra i convegni nella giornata odierna che hanno inaugurato a Lingotto Fiere la manifestazione “Future Mobility Week”, un evento nazionale sulla mobilità del futuro.
L’appuntamento è stato uno delle prime occasioni pubbliche di livello nazionale per riflettere sull’evoluzione degli attuali sistemi di bigliettazione elettronica verso il MaaS. Il paradigma MaaS – Mobility as a Service si sta proponendo come una rivoluzionaria opportunità per ridefinire il sistema regionale dei trasporti.
La Regione Piemonte ha presentato, insieme all’Agenzia della Mobilità Piemontese e 5T, il progetto strategico BIPforMaas il cui obiettivo non sarà solo quello di far evolvere tecnologicamente la piattaforma BIP verso il mobile, ma anche quello di creare le condizioni per la nascita di un «ecosistema MaaS», a favore di una mobilità più sostenibile e accessibile per tutti i cittadini piemontesi.
Per Francesco Balocco, Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte “Il Piemonte è già pronto a raccogliere la sfida grazie al sistema di bigliettazione elettronica BIP, ormai riconosciuto come best practice a livello europeo, con l’avvio del nuovo progetto regionale BIPforMaaS che intende creare le condizioni per la nascita di un «ecosistema MaaS a beneficio di tutti i cittadini piemontesi. Con la sperimentazione già in atto (a Cuneo ed Asti) del nuovo modello tariffario si arriverà presto alla integrazione tariffaria, al superamento del vincolo origine-destinazione (tipica degli abbonamenti classici) al post payment con l’applicazione a posteriori sempre della tariffa più conveniente (best fare), con l’obiettivo di incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici in tutte le sue espressioni secondo il principio del più usi, meno paghi.
Per Rossella Panero, Direttore di 5T: “Il progetto BIPforMAAS è un’opportunità per 5T di entrare nel vivo dei nuovi orizzonti della mobilità, resi possibili anche dalla digitalizzazione crescente e dalla disponibilità di strumenti tecnologici accessibili a tutti”.
Ha chiuso la prima parte del dibattito Andrea Camanzi, Presidente dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti che ha sottolineato come la mobilità sia un bene pubblico che come tale meriterebbe una tutela costituzionale, richiamando la necessità di separare la gestione dei trasporti (il mezzo) dalla gestione dei servizi della mobilità (che devono essere regolamentati) per rendere più efficiente il Trasporto Pubblico, incentivando gli stessi gestori a migliorare il sistema e l’utilizzo da parte degli utenti.
Durante il dibattito della tavola rotonda “Il ruolo delle Pubbliche Amministrazioni e le sfide dei nuovi modelli di mobilità”, al quale hanno preso parte, oltre a Balocco, Gianni Berrino, Assessore ai Trasporti Regione Liguria, Francesco Mari Capostruttura della Struttura Speciale alle Infrastrutture della Regione Calabria, Dimitri De Vita, Consigliere Delegato di Città metropolitana di Torino e Gianluigi Ilardi dell’Ufficio dell’Autorità di Gestione del PON Agenzia per la Coesione Territoriale, l’esperienza Piemontese è stata analizzata come best practics condivisa dalle regioni Liguria, Toscana e Calabria che stanno adattando questo modello alle rispettive realtà.
http://www.torinoggi.it/2018/10/03/leggi-notizia/articolo/convegno-dal-ticketing-al-maas-per-una-mobilita-piu-sostenibile.html