Agenzia Coesione Territoriale: “Il nuovo approccio delle politiche pubbliche per l’innovazione”

18 luglio 2018 – AgendaDigitale.eu
Giorgio Martini – Staff Agenda Digitale (OT2), Agenzia Coesione Territoriale
Gli strumenti digitali possono essere messi a servizio della piena affermazione del paradigma della Open Innovation in tutti i territori: sono molte e ancora da esplorare le potenzialità delle piattaforme ICT nel sostegno di nuovi processi di scambio a livello territoriale. La politica di coesione guarda con attenzione alle opportunità che ne possono derivare.
A livello internazionale, nelle politiche di innovazione il livello regionale e urbano gioca un ruolo chiave. E’ nota l’importanza del ruolo delle Regioni come dimensione ideale per lo scambio e l’agglomerazione di conoscenza – la leva fondamentale per la creazione di nuovi prodotti e servizi e di crescita sostenibile nel lungo periodo. E’ soprattutto a livello regionale che si possono creare le migliori condizioni per la creazione e il mantenimento nel tempo di connessioni tra i vari attori dell’innovazione: imprese (grandi e PMI), università e centri di ricerca, agenzie pubbliche e altre iniziative pubbliche e private che agiscono da mediatori della conoscenza (parchi scientifici, centri servizi, incubatori, società di consulenza, etc.).
Inoltre, il livello regionale gioca un ruolo di hub di conoscenza tra il livello locale (distretti tecnologici, altre agglomerazioni industriali) e il livello nazionale ed internazionale tramite le cosiddette “reti lunghe” della conoscenza.
https://www.agendadigitale.eu/cittadinanza-digitale/agenzia-coesione-territoriale-il-nuovo-approccio-delle-politiche-pubbliche-per-linnovazione/