SPRINT. Sportello Polifunzionale Riusabile, INnovativo e Telematico

Beneficiario/Ente capofila
Comune di Bergamo

Enti riusanti
Comune di Amalfi
Comune di Siracusa

Enti cedenti
Comune di Trento

Risorse assegnate
530.000,00 euro

Durata
2018 – 2019

Asse 3
Obiettivo Specifico 3.1
Azione 3.1.1

a regia di
Autorità di Gestione

Il progetto SPRINT propone di trasferire best practice riguardanti la semplificazione e l’informatizzazione dei procedimenti amministrativi delle pubbliche amministrazioni, a partire dalla messa in opera di un nuovo paradigma metodologico e organizzativo di front office che si concretizza nello sportello telematico polifunzionale per i servizi ai cittadini.

L’idea di SPRINT nasce dall’applicazione di un modello gestionale e di assessment innovativo e dalla diffusione di metodologie di lavoro in networking tra le amministrazioni partner (Comuni di Trento, Bergamo, Siracusa e Amalfi).

L’applicabilità della buona pratica presuppone l’adozione di un approccio multidisciplinare e di un programma di lavoro che investe diversi ambiti dell’ordinaria gestione della cosa pubblica. In particolare, SPRINT opera su tre dimensioni. La prima è quella organizzativa, che comprende la semplificazione dei processi con particolare attenzione alla qualità e all’innovazione. La seconda è quella tecnologica, mediante l’attivazione nelle amministrazioni di uno sportello telematico polifunzionale e di un sistema informativo interoperabile tra banche dati interne ed esterne all’ente. Infine, la terza è quella comunicativa, nell’ambito della quale è prevista la realizzazione di un portale web quale interfaccia dello sportello telematico user friendly, basato su descrizioni, guide, modulistica e metodologie di presentazione standard di agevole comprensione.

 

Grazie all’interoperabilità tra applicativo di front-office dello sportello di servizi on-line per i cittadini e i vari strumenti software di back-office in uso presso i diversi settori della struttura organizzativa, inoltre, sono possibili la semplice ed efficace attivazione e una completa gestione dei procedimenti, con adeguate tecnologie dell’informazione e della comunicazione. I flussi informativi e documentali in ingresso, sia che provengano da compilazioni autonome degli utenti che da redazioni assistite da operatori dedicati presso lo sportello polifunzionale comunale, consentono di trattare il procedimento in formato nativamente digitale.

 

L’obiettivo finale è quello di coinvolgere tutti i procedimenti dei vari settori delle singole amministrazioni, orientando la realizzazione del portale web alle esigenze degli utenti e dei cittadini più che sulla struttura organizzativa dell’ente. Il progetto prevede, inoltre, la creazione, all’interno del medesimo portale web, di Citizenpedia, ispirata alla famosa enciclopedia on-line Wikipedia, con lo scopo di rispondere in maniera efficace e veloce alle ricerche dei cittadini sulla disponibilità di determinati servizi telematici, che attraverso la classica digitazione semantica spesso non vanno a buon fine.

 

Il progetto, infine, connotandosi per la sua natura innovativa e tecnologica, risulta essere allineato anche alle indicazioni del piano di informatizzazione di tutti i procedimenti previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD).

X