OPL-2020. OPEN PUBLIC LIBRARIES. Sviluppare comunità competenti e inclusive nella strategia Europa 2020

Beneficiario/Ente capofila
Comune di Sondrio

Enti riusanti
Provincia di Mantova

Enti cedenti
Provincia di Brescia
Associazione TECLA

Risorse assegnate
271.949,54 euro

Durata
2018 – 2019

Asse 3
Obiettivo Specifico 3.1
Azione 3.1.1

A regia di
Autorità di Gestione

Il progetto OPL-2020 si propone di mettere a disposizione delle reti bibliotecarie di Sondrio e Mantova la soluzione software per il controllo di gestione delle biblioteche sviluppata dalla Provincia di Brescia. La Lombardia, infatti, grazie alla storica governance multilivello di regione, province, biblioteche e comuni, vanta un sistema bibliotecario tra i migliori del territorio italiano che, soprattutto nelle aree interne del nostro paese, costituisce spesso l’unico presidio capace di offrire contenuti culturali, accesso digitale e opportunità di apprendimento a tutti cittadini.

In tal senso, il progetto mira a qualificare, con procedure efficienti ed efficaci, gli investimenti nelle reti territoriali di biblioteche pubbliche a governance multilivello (province, sistemi, biblioteche) e a orientare la spesa a policy di inclusione sociale, digitale e lifelong learning nella strategia di Europa 2020, promuovendo competenze di literacy e information literacy.

In questo contesto, il sistema punta in particolare al rafforzamento e al chiarimento, nell’ambito degli enti coinvolti, dei ruoli della governance multivello e all’adozione delle soluzioni informatiche efficienti e trasparenti per il controllo di gestione, sviluppate e sperimentate dalla Provincia di Brescia, con indicatori utili a orientare la spesa e a comunicare efficacemente ai cittadini gli effetti conseguiti sul territorio.

Lo scopo finale è quello di garantire, da un lato, un sistema interno alle biblioteche idoneo a guidarne la gestione verso il conseguimento degli obiettivi prefissati e, dall’altro, la trasparenza e la comunicazione efficace e sistematica degli investimenti e dei risultati ottenuti, così da rafforzare la partecipazione e la capacità valutativa sulle politiche pubbliche. Inoltre, il progetto insiste sul tema delle aree interne, dove è necessario garantire l’accessibilità ai servizi di base, in quanto la policy del servizio bibliotecario alla base della proposta intende concorrere all’aumento del benessere della popolazione e a rafforzare i fattori di sviluppo locale.

D’atro canto, l’applicazione della buona pratica contribuisce a rafforzare anche la cooperazione tra amministrazioni, attraverso un partenariato interprovinciale che, da un lato, consolida la governance multilivello esistente e, dall’altro, ne prefigura anche un nuovo livello, con metodo aperto di confronto e condivisione di modelli e strumenti e capace di porsi obiettivi di processo e di policy.

Il trasferimento della buona pratica sarà completato da una fase di sviluppo, partecipata e condivisa dagli stakeholder dei tre territori, e dalla comunicazione e disseminazione attraverso l’Associazione Tecla e Open Community 2020.