I.B.D.M.E.T Interoperabilità Banche dati per una migliore equità tributaria

Beneficiario/Ente capofila
Comune di Mendicino

Enti riusanti
Comune di Castiglione Cosentino
Comune di Fuscaldo
Comune di Strongoli

Enti cedenti
Comune di Montalto Uffugo

Risorse assegnate
231.575,00 euro

Durata
2018 – 2019

Asse 3
Obiettivo Specifico 3.1
Azione 3.1.1

A regia di
Autorità di Gestione

Il progetto I.B.D.M.E.T è finalizzato al trasferimento agli enti del partenariato di progetto di una buona pratica sviluppata dal Comune di Montalto Uffugo, costituita da una procedura informatica, basata su un sistema Geographic Information System (GIS), che permette di rappresentare banche dati toponomastiche, catastali e tributarie relative a un dato ambiente geografico.

L’idea progetto è scaturita dal crescente bisogno degli enti territoriali di potenziare gli strumenti a supporto del governo delle entrate tributarie, a fronte del processo di federalismo fiscale. Il controllo delle aree amministrate per tali enti, infatti, è fortemente correlato alla capacità di disporre di informazioni e dati che riguardano le principali utenze e servizi di pubblica utilità. La disponibilità di questo portato informativo consente alle amministrazioni territoriali di effettuare opportune analisi e verifiche finalizzate all’elaborazione di standard di qualità comuni e, quindi, di applicare il principio di equità tributaria per i contribuenti.

L’elemento innovativo di I.B.D.M.E.T è rappresentato dall’interoperabilità di diverse banche dati (anagrafe, servizio idrico, forniture elettriche, contratti di locazione, fornitura gas), gestite solitamente da soggetti istituzionali differenti e con modalità di interfaccia non sempre performanti per le finalità specifiche dell’indagine. Il dialogo delle banche dati centrali e locali sarà propedeutico alla creazione di un unico servizio Centro Elaborazione Dati (CED) presente all’interno della struttura organizzativa del comune riusante e alla creazione di un apposito regolamento interno della toponomastica, per far confluire tutti i dati derivanti dalla evoluzione del tessuto urbano comunale, in modo da garantire la sostenibilità e l’aggiornamento del sistema nel tempo.

La buona pratica messa in campo da I.B.D.M.E.T contribuisce, a livello macro, a migliorare la capacità istituzionale e la gestione amministrativa degli enti riusanti del partenariato mediante la geo-localizzazione dei dati e dei servizi. A livello micro, il progetto concorre alla più corretta determinazione dei tributi e delle entrate derivanti dai servizi pubblici e, quindi, a contrastare l’evasione e l’elusione fiscale, rendendo al contempo l’azione amministrativa più trasparente, semplificata ed efficiente.

X