Innovazione, integrazione tra politiche e interventi e l’importanza di comunicare

I temi centrali del dialogo aperto tra amministratori e cittadini organizzato a Milano

Milano – Una città “aperta e solidale”, così come nelle parole del Sindaco Giuseppe Sala che ha aperti i lavori, ha ospitato l’evento annuale del PON Governance e Capacità Istituzionale tenutosi ieri in forma congiunta con il PON Metro negli spazi del Creative Hub Base.

L’apertura al pubblico delle due aree di approfondimento sui Programmi ha dato l’avvio all’evento. Attraverso la proiezione di video, di siti dei Programmi e di alcuni progetti, l’esposizione di pannelli, la distribuzione di materiale informativo e promozionale, i visitatori hanno potuto approfondire gli obiettivi di lavoro dei due PON e conoscere le iniziative in corso di realizzazione.

Presenti, nell’area PON Governance, alcuni beneficiari tra cui il DIPE – per la presentazione delle attività del progetto OpenCup e l’Agenzia per la Coesione, con i progetti Conti Pubblici Territoriali e Task Force Edilizia Scolastica, quest’ultimo finanziato nel quadro del Programma Complementare al PON Governance.

Sempre nell’area di approfondimento sul PON Governace Marco Bani – Capo Segreteria Tecnica dell’AgID ha tenuto una presentazione del progetto Italia Login: non un portale, ma un percorso per l’accesso ai servizi pubblici digitali da parte di cittadini e imprese, facile by design, complesso nella progettazione ma facile nella fruizione e multicanale, per essere arrivare là dove si trovano gli utenti ed essere sempre a portata di mano.

A partire dalle 16 un dialogo, mediato da Marco Panara de “La Repubbica”, ha messo a confronto l’Agenzia per la Coesione Territoriale; le due Autorità di Gestione dei Programmi; la Commissione europea; il Dipartimento della Funzione Pubblica; il Ministero della Giustizia; l’Agenzia per l’Italia Digitale e il Comune di Milano.

L’importanza di comunicare al pubblico non solo i risultati ma anche le attività finanziate attraverso la politica di coesione in fase di attuazione dei Programmi – così come tra gli obiettivi dell’evento annuale – è stata più volte richiamata, sia nell’intervento di Ludovica Agrò – DG dell’Agenzia sia nelle parole di Christopher Todd della DG Regio.

Riccardo Monaco – Autorità di Gestione del PON Governance – ha posto l’accento sul ruolo del Programma nel sostenere le Amministrazioni territoriali nell’attuazione delle politiche di sviluppo, con particolare riferimento degli OT 1-7 Fesr – attraverso la cooperazione tra PA; il sostegno alla progettualità; l’accompagnamento gestionale e la valutazione in itinere.

Il Dipartimento della Funzione Pubblica – Organismo Intermedio del Programma – nelle parole di Pia Marconi ha evidenziato la finalizzazione del Programma con l’implementazione delle misure di riforma previste dalla legge Madia e la stretta integrazione della riforma stessa con il processo di digitalizzazione della PA, tema sul quale è intervento anche Antonio Samaritani descrivendo i diversi livelli che compongono l’ecosistema digitale in via di definizione a partire dai contenuti del Piano Crescita Digitale.

Le dimensioni della digitalizzazione e l’integrazione tra PA sono fondamentali per migliorare l’efficacia delle azioni realizzate dal Sistema Giustizia, ha sottolineato nel suo intervento Pasquale Liccardo, DG Coordinamento Politiche di Coesione del Ministero della Giustizia, altro Organismo Intermedio del PON Governance.

 


X