Digitalizzazione/Venezia nella top ten italiana. Nel 2020 boom richieste di certificati e servizi on-line

18 dicembre 2020 – Giornale Nord Est

“Più di 30.000 ticket richiesti, e gestiti, on-line nel 2020. Si chiude con un bilancio decisamente positivo la fase sperimentale del progetto “Transizione digitale e Miglioramento della Governance” (PON Gov Venezia | Comune di Venezia) finanziato, con 600.000 euro, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 (pongovernance1420.gov.it).

“L’obiettivo – spiega con soddisfazione l’assessore comunale ai Servizi al Cittadino, Laura Besio – era duplice: da un lato creare una piattaforma digitale in grado di fornire servizi on-line che prima dovevano essere richiesti allo sportello; dall’altro realizzare una campagna informativa tra i cittadini per incentivare l’utilizzo di questa opportunità.”

Grazie al supporto di Venis S.p.A. (la società in house del Comune di Venezia che si occupa del Sistema Informativo e della Rete di Telecomunicazioni della città) è stata così realizzata, col finanziamento del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020 (www.ponmetro.it), la Piattaforma CzRM Multicanale – DiME, in grado attualmente di erogare on-line 80 diversi servizi, tra i quali certificati anagrafici, richieste di appuntamenti con gli uffici, iscrizioni alle scuole materne, al trasporto scolastico, al servizio allerta maree, richieste di pratiche edilizie, pagamento di multe, calcolo e pagamento di imposte.

La nascita e l’attivazione della piattaforma DiME ha comportato una riorganizzazione del lavoro per molti uffici dell’Amministrazione comunale, a cominciare da quelli della Direzione Servizi ai Cittadino e Imprese, per favorire il passaggio, epocale, dall’erogazione dei servizi ai cittadini in modalità sportello all’erogazione degli stessi in modalità on-line e telefonica: oggi sono circa 400 gli operatori impiegati all’interno della piattaforma.

Parallelamente, per favorire l’utilizzo da parte dei cittadini dei servizi offerti da DiME, l’Amministrazione, con la collaborazione di Venis, ha realizzato una campagna di promozione dell’utilizzo dell’Identità Digitale. Grazie ai 2.000 coupon messi a disposizione gratuitamente dall’identity provider TIM – Trust Technologies, sono state rilasciate le credenziali SPID ai cittadini che ne hanno fatto richiesta ed è stato fornito loro supporto nell’iter di rilascio.

Una campagna che ha avuto risultati ben superiori alle attese: l’impossibilità di recarsi fisicamente negli uffici comunali per l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia, ha infatti intensificato nel corso del 2020 l’utilizzo dei servizi offerti da DiME e favorito la diffusione dell’Identità digitale tra i cittadini.

Grazie anche a questo progetto, Venezia figura nella top ten delle città più digitali d’Italia redatta da ICity Rank 2020, il rapporto sulle città italiane intelligenti e sostenibili che FPA realizza ogni anno, che è stato reso pubblico proprio ieri. Rispetto ai vari indicatori utilizzati per elaborare la classifica, per Venezia spicca il secondo posto per il “wifi pubblico” e un ottimo posizionamento per “servizi online” e “IoT e tecnologie di rete”.

Digitalizzazione/Venezia nella top ten italiana. Nel 2020 boom richieste di certificati e servizi on-line

Condividi articolo sui social:

RSS
Follow by Email